RINVIO DEI VERSAMENTI FISCALI ANNUALI AL 30 OTTOBRE

di Sergio Lombardi – Esperto Fiscale Associazione Property Managers Italia

Il rinvio dei versamenti annuali al 30 ottobre, appena approvato con la conversione del Decreto Agosto, può apparire non così significativo, ma invece costituisce una piccola vittoria per i commercialisti e per i contribuenti, compresi i Property Managers.

Si è infatti arrivati alla proroga solo dopo un aspro confronto fra il Governo e i commercialisti, che avevano anche indetto uno sciopero a settembre per sostenere la richiesta di un rinvio delle scadenze fiscali.

Il problema dei ritardati versamenti è molto diffuso e interessa la maggior parte delle aziende italiane, infatti secondo i dati del Dipartimento Finanze del MEF, solo il 40% del totale delle partite Iva ha versato saldo e primo acconto Irpef, Ires ed imposte sostitutive entro il 30 giugno.

Grazie alla nuova proroga, c’è una depenalizzazione dei versamenti, che porterà ad un piccolo risparmio per le imprese rispetto ai costi del ravvedimento, dovendo versare ora solo interessi allo 0,8% per i pagamenti entro il 30 ottobre.

Ad esempio, una società che deve ancora versare un saldo Ires di 50mila euro oggi, avrà un taglio di sanzioni e interessi di circa 600 euro, mentre una ditta individuale che deve versare un saldo Irpef di 10mila euro risparmia penali per circa 250 euro.

Inoltre, i versamenti effettuati dopo il termine del 20 agosto ed entro il termine del 30 ottobre non saranno sanzionati. Questo è un risparmio ancora maggiore, perché le sanzioni ordinarie su 50mila euro di imposta non pagata rilevata dall’Agenzia delle Entrate sarebbero di 15mila euro, e le sanzioni ordinarie su 10mila euro ammonterebbero a 3mila euro.

La condizione per accedere alla proroga è di aver subito una diminuzione del fatturato o dei corrispettivi di almeno il 33% nei primi sei mesi dell’anno 2020, rispetto allo stesso periodo del 2019.

Si avvicina il 30 novembre, scadenza di versamento del secondo acconto, sul quale bisogna porre grande attenzione e su cui sono possibili importanti risparmi d’imposta. Pubblicheremo presto un nuovo articolo sugli acconti sul sito web dell’Associazione.

Se avete necessità di regolarizzare i vostri versamenti o intendete consultare il nostro Esperto Fiscale, potete rivolgervi all’Associazione Property Managers Italia, scrivendo a:

[email protected] 

Ricordiamo che è possibile richiedere un check-up fiscale della vostra attività, prenotandovi a [email protected]

LEGGE DI BILANCIO DA 38 MILIARDI: AFFITTI BREVI, SOPRA LE 4 CASE SI DIVENTA IMPRESA

Da quanto emerso dai più autorevoli organi di informazione, la Legge di Bilancio per il…

Leggi altro

Le interviste di PMI Italia: Sergio Lombardi, esperto fiscale

  Caro Property Manager, come sai, abbiamo il piacere di farvi conoscere gli sviluppi e…

Leggi altro